Ecco le dichiarazioni dei presenti alla conferenza stampa di presentazione dell'Evento "Ma cosa mangi?" tenutasi in data 16 Maggio presso la Sala "Figlia di Jorio" della Provincia di Pescara.

 

Mario Centi Pizzutilli, Pres. AIC Abruzzo:

“Non può non essere motivo d’orgoglio per me l’aver raggiunto oltre 5000 bambini che hanno lavorato a questo progetto di avvicinamento al tema della celiachia e delle intolleranze in genere, durante tutto l’anno scolastico. Siamo partiti con 300 bambini nella manifestazione dello scorso anno a Vasto e oggi siamo qui a presentare un evento che propone per domani a Città Sant’Angelo, la partecipazione di oltre 1300 alunni di diverse scuole abruzzesi. Un successo sperato tanto quanto sorprendente. Al giorno d’oggi è di fondamentale importanza educare i bambini a questo tema così delicato delle intolleranze alimentari”.

 

Gianluca Giampietro, Dietista AIC Abruzzo:

Ringrazio il Presidente dell’AIC Abruzzo, la Preside dell’IPSSAR di Pescara, il Sindaco di Città Sant’Angelo Florindi, tutte le scuole partecipanti e tutti quelli che hanno fatto si che questo Evento si consolidasse attraverso il loro sostegno e impegno. Sono soddisfatto per aver raggiunto l’Obiettivo di aver formato tanti bambini che un domani non avranno alcun disagio con questo tema e potranno avvicinarsi con naturalezza a tutte quelle persone con questa patologia che incontreranno nel corso della loro vita.

Ora gli obiettivi per il prossimo futuro saranno quelli di migliorare ancora sia in termini di numeri di partecipazione che nella qualità della formazione.

 

Alessandra Di Pietro, Preside IPSSAR Pescara:

In Italia, dove l’alimentazione è basata molto sul grano, avere la Celiachia rappresenta una difficoltà notevole poiché comporta un esclusione di molti alimenti e di conseguenza diversi cambiamenti che non riguardano solo il piano strettamente alimentare, ma anchela sfera sociale e relazionale. Un ragazzo celiaco dovrà quindi fare i conti con problematiche inerenti alimentazione fuori casa ad esempio.

Per questo motivo, noi dell’IPSSAR abbiamo come obiettivo quello di promuovere un educazione alle differenze alimentari per insegnare a conviverci normalmente.

Cerchiamo di insegnare una piena condivisione ed inclusione sociale e relazionale e sottolineamo inoltre, attraverso i nostri corsi di formazione, che una dieta senza glutine, è sicuramente un occasione di riscoperta di prodotti e sapori antichi dimenticati o di nicchia. Basti pensare al Grano saraceno, la Quinoa o il Sorgo..

Nel nostro percorso formativo realizziamo numerose ricette Senza Glutine proprio con l’obiettivo di valorizzare materie prime selezionate del nostro territorio ma meno usuali e per far capire che Senza Glutine non significa Senza Gusto. Al contrario si possono realizzare piatti piatti Gluten Free ricchi di sapore e creatività.

Questo è il senso della nostra Partnership con AIC Abruzzo.

L’Evento “Ma cosa mangi?” rappresenta un momento formativo di elevata qualità, originalità e importanza. La nostra scuola contribuirà domani con la preparazione e il servizio di un pranzo totalmente gluten free per gli oltre 1300 bambini partecipanti. Il tutto a cura di studenti di enogastronomia e di sala coordinati di docenti con a capo i Professori Massimo Marini e Vincenzo Gambino. Saranno inoltre allestiti 2 stand. Il primo dedicato agli intagli di frutta e verdura a cura del Prof. Amedeo Prognoli e il secondo dedicato all’educazione alimentare e alla dieta Gluten Free a cura della Prof.ssa Pamela Confalone.

 

Federico Anzellotti, Presidente Compait

Con questo evento continua la collaborazione con AIC Abruzzo che dura ormai da un anno.

Il titolare del Progetto AIC in Compait, Prof. Federico Ceri, ha voluto fortemente partecipare a questo evento con la preparazione di un dolce senza glutine e senza lattosio da dare a tutti i bambini partecipanti.

La Compait mostra sempre più attenzione al settore della Celiachia e della Pasticceria del Benessere.

 

e-max.it: your social media marketing partner